NPC a Ticino Informatica
dal 25 al 28 ottobre 2007
Palazzo dei Congressi, Lugano

L'associazione nuove proposte culturali nell'ambito di Ticino Informatica e in collaborazione con:

- Migros percento culturale
- IBM Svizzera
- Lenovo
- Prodir
- Dicastero Giovani ed Eventi

presenta un insieme di proposte e interventi con l'obiettivo principale
di promuovere attivamente una riflessione sui nuovi media e le nuove tecnologie attraverso l'organizzazione di incontri, workshops e laboratori interattivi orientati all'utilizzo creativo degli strumenti tecnologici.

DAL 24 al 27 OTTOBRE
AREA ESTERNA PALAZZO DEI CONGRESSI

Andreas Gysin e Sidi Vanetti

Dal 2000 Sidi Vanetti e Andreas Gysin, giovani artisti che vivono e lavorano a Lugano, collaborano e realizzano opere e installazioni apprezzate in ambito ticinese e nazionale. Le loro opere giocano, attraverso un'apparente semplicità, con i canoni della percezione visiva; sono ludiche, spesso interattive e costituiscono oggetti o eventi artistici unici nel loro genere. Durante il periodo della manifestazione sarà possibile vivere l'istallazione interattiva degli artisti Andreas Gysin e Sidi Vanetti che sarà idealmente disposta nell'area esterna del Palazzo: arte come rivestimento spaziale dove tutto è in relazione, come territorio d'incontro per una lettura trasversale delle informazioni, l'approfondimento e la conoscenza.

VENERDI 26 OTTOBRE
17:00 - 19:00
SALA G

Una conferenza sull'elaborazione di immagini in tempo reale:
Relatore: Yves Schmid Dornbierer

"Poeta" del codice e creatore di programmi per l'elaborazione di dati in tempo reale da una ventina d'anni, Yves Schmid Dornbierer ha attraversato numerose fasi dell'evoluzione informatica creando applicazioni sperimentali e commerciali per ogni piattaforma. Negli anni novanta ha ideato un motore 3D utilizzato dall'industria dei videogiochi in molti progetti per poi dar vita a GarageCube, etichetta finalizzata prioritariamente alla distribuzione dei suoi progetti open-source. Affiancato dal grafico Matthias Grau e da Boris Edelstein, videomaker, ha creato Modul8, programma di riferimento nell'ambito del Vjing. Attualmente Yves Schmid Dornbierer si occupa della sua nuova società - AntZero - e prepara l'uscita di molteplici programmi destinati alla creazione audiovisiva. In questa conferenza indirizzata alle persone che si occupano dell'elaborazione di immagini in diretta (dal VJing agli spettacoli, passando per l'arte contemporanea) presenterà i programmi che ha creato negli ultimi anni e diverse tecniche di creazione di immagini in tempo reale, per poi offrire una dimostrazione in anteprima dei nuovi programmi di AntZero, intesi come anticipatori della prossima generazione di tecniche di creazione audiovisuale in diretta.

SABATO 27 OTTOBRE
11:00 - 18:00
SALA C

bugnplay.ch

Sono aperte le iscrizioni per la partecipazione ai due workshop tematici. Robot danzanti, suoni stellari e marchingegni retro-futuristici: ecco alcune possibili idee da sviluppare durante i workshop presentati nell'ambito del progetto "bugnplay.ch" del percento culturale, prevalentemente pensati per bambini e giovani. Non si richiede perfezione tecnica, ma ricchezza di idee, originalità e innovazione.
Il numero di partecipanti per ogni corso è limitato a 12 persone, consigliamo quindi a chi fosse interessato di iscriversi al più presto tramite il formulario d'iscrizione bugnplay.

Laboratorio di robotica: Costruisci il tuo Robot

I robot rivestono un ruolo importante nell'immaginario di bambini e ragazzi. L'obiettivo generale del laboratorio è quello di diffondere contenuti relativi alla robotica, intesa come scienza multidisciplinare. La robotica coinvolge infatti fisica, meccanica e informatica, ma anche biologia e psicologia. Sviluppa concetti, metodologie e strumenti tecnologici per indagare i processi di apprendimento attraverso la realizzazione di creature artificiali che interagiscono in maniera autonoma con l'ambiente. Il progetto metterà a disposizione uno spazio creativo dove i ragazzi si potranno incontrare per realizzare, con spirito di collaborazione, piccoli automi funzionanti. Al termine del progetto docenti e allievi saranno quindi in grado di programmare e governare i robot che avranno costruito durante il pomeriggio. Il corso ha l'intenzione di proporre ai partecipanti la possibilità di imparare divertendosi, di superare lo stereotipo che impone di separare il gioco dallo studio. La costruzione di un piccolo automa funzionante sarà per i ragazzi un'attività ludica utilizzata come stimolo per favorire l'acquisizione di conoscenze. Un altro obiettivo sarà la possibilità di recuperare la manualità come momento di apprendimento superando la consuetudine a separare teoria e pratica, regole ed esercizio.

Laboratorio di "circuit bending": Suona coi giocattoli
Relatrice: Iris Rennert

Nata a Bienne nel 1966 Iris Rennert appartiene alla schiera dei giovani artisti di nuovi media svizzeri. Dopo aver frequentato i corsi di canto presso la Hochschule für Musik und Theater di Bienne, sviluppa ulteriormente le proprie conoscenze nell'ambito della musica e dei nuovi media, frequentando la scuola superiore d'arte di Berna. Nel 2005 realizza i "Paesaggi sonori" per il padiglione svizzero DER BERG durante l'esposizione mondiale tenutasi ad Aichi in Giappone e collabora con l'artista Alain Bellet con il quale realizza l'opera sonora LocoSound nell'ambito del progetto Sitemapping, sostenuto dall'Ufficio Federale della Cultura. La giovane artista si dedica all'hardware hacking, tecnica che consiste nel modificare apparecchi elettronici di consumo al fine di realizzare strumenti musicali imprevedibili: la musica elettronica offre infinite possibilità di scoperta e innovazione.
Artisti e musicisti "potenziali" e altri curiosi in genere potranno creare i propri strumenti musicali o modificare apparecchi esistenti alterando i più ostinati codici-macchina per estenderne le possibilità. I risultati sono molteplici: sorprendenti, contaminanti e comunque sonori! Un invito indirizzato a debuttanti e professionisti, bambini, giovani e adulti - a tutte le persone interessate a sperimentare giocosamente qualcosa di nuovo. I partecipanti potranno portare uno o piu giocattoli elettronici da modificare durante il workshop. E' un invito a scoprire, a passare oltre...